Akinator 1/2

“Pensa a un personaggio”.
Carlina gli aveva parlato dopo che per più di un’ora era rimasta impegnata a guardarsi un film sull’ipad. Il viaggio di ritorno dal mare era scivolato via senza che nessuno dei due si accorgesse dell’altro: lui guidava ascoltando distrattamente la musica alla radio e, di tanto in tanto, i suoi pensieri; lei, seduta al sicuro sul sedile posteriore, armeggiando con il tablet del padre.
“Fatto”, rispose lui.
Dunque, gli ultimi tre giorni della vita di Francesco erano trascorsi tra la nuova compagna, un appuntamento teso di lavoro e una discussione inutilmente antipatica con Gloria, la sua ex moglie, su chi dovesse andare a riprendere Carlina dai nonni al mare. La sua testa viaggiava tra l’estasi di un nuovo amore, la monotona routine ordinaria e il personaggio che gli venne in mente alla domanda della figlia era: Buster Keaton.
Il gioco cominciato da Carlina stava nel rispondere a monosillabi alle domande di un’applicazione del tablet e vedere quanti passaggi impiegava il microprocessore a vincere sul cervello.
“È uno sportivo?”.
Adriana l’aveva incontrata per la prima volta a uno di quegli aperitivi che hanno mantenuto il nome solo per abitudine e, forse, anche un po’ per decenza. Era una collega di una filiale emiliana appena trasferita a Milano e al secondo Americano erano già separati dal resto del gruppo a parlare fitti fitti. Un matrimonio alle spalle per entrambi aveva reso le cose più semplici. Dopo due mesi in cui si erano visti praticamente tutte le sere, lei gli aveva chiesto di fermarsi a dormire a casa sua. “Ma ti scoccia?”. Un po’ gli scocciava sì, ma solo perché dopo tanto lottare per tornare a vivere in uno spazio proprio e nei propri ritmi, non era proprio sicuro che quello che realmente voleva fosse un’altra persona accanto. “Ma ti pare?”, aveva risposto mentendo anche a se stesso. “È che magari quando Carlina torna dai nonni dovremmo essere più cauti”. Un’altra menzogna. Questa volta tutta per Adriana. La figlia passava raramente le notti da lui. Anzi, a dire il vero, dalla separazione Carlina ci aveva dormito una sola volta. E solo perché Gloria era rimasta una notte in ambulatorio in osservazione dopo una brutta colite.
“Lavora nel mondo dello spettacolo?”20140707-094855-35335431.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...