UN REPLICANTE A LOCARNO

« Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi,
navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo
come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. ».
Cioè, se a un attore gli capita di recitare una battuta del genere, poi puoi anche fare la figura del pirla perché ti perdi nel bosco andando a farci un giro, ma per tutti e per sempre sarai Roy Batty, il replicante di Blade Runner, amante della vita che si spegne nella poesia tra colombi che gli svolazzano intorno al ralenty ( che detta così sembra una cagata, ma lo sappiamo tutti che è una delle scene imprescindibili della storia del cinema).
A parte Roy, una bella parte in The Hitcher e un’incursione nel cinema d’autore con La leggenda del santo bevitore, Rutger Hauer non è che abbia un palmares da brividi. Certo che la parte in Blade Runner basta e avanza per un paio di carriere, tanto che io avrei dato il midollo spinale per fare una sola comparsata in quel film. Perciò il buon vecchio Rutger rimane un attore che vedi sempre con simpatia e che quando ci inciampi contro, ti viene da sorridere e ripensare a quella impagabile scena.
Chi quest’anno verrà al Festival del Film di Locarno potrà avere questa fortuna, perché il buon vecchio Rutger sarà il presidente della giuria dei Pardi di domani, la selezione di corti più talentuosi del festival svizzero.
Tanto che ci siamo, ricordiamo anche il resto della giuria: il Concorso internazionale, sarà presieduto dal regista italiano Gianfranco Rosi, Leone d’oro a Venezia lo scorso anno con Sacro GRA. Ad affiancare Rosi vi saranno il regista tedesco Thomas Arslan (Dealer, 1999; Gold, 2013), l’attrice brasiliana Alice Braga (City of God di Fernando Meirelles, 2002; Elysium di Neill Blomkamp, 2013), l’attrice danese Connie Nielsen (Il gladiatore di Ridley Scott, 2000; Nymphomaniac di Lars Von Trier, 2013) e il regista cinese Diao Yinan, Orso d’oro all’ultimo festival di Berlino con Black Coal, Thin Ice.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...