Dove faccio anche il giornalista

Mi piace il festival di Locarno e mi piace anche la sua conferenza stampa milanese. La prima cosa è facilmente spiegabile, per la seconda non basta il buffet finale a farne una ragione. Ma mi piace e ogni anno cerco di esserci. E così anche questa volta. Mi vesto da giornalista, vado, ascolto, scrivo e assaggio il buffet, altrimenti che giornalista sarei?
IL RESOCONTO
I numeri che accompagnano un festival del cinema sono sempre impressionanti e solo leggendoli si ha la reale dimensione del lavoro, dell’impegno, che stanno dietro dieci giorni di manifestazione. Oltre 3500 film visionati, tra corto e lungometraggi, per arrivare a circa 150 selezionati (100 lungometraggi e 50 corti) e un investimento di 12 milioni di franchi svizzeri (circa dieci milioni di euro): non male per un festival che solo chi non lo vive da dentro continua a considerarlo “piccolo”.
“Sarà un festival sorprendente – dichiara un tranquillo e soddisfatto Carlo Chatiran, giunto al suo secondo anno di direzione -, soprattutto nel concorso si incontreranno opere che potranno lasciare un segno. Da una parte troveremo film che si affidano al potere affabulatorio del racconto, dall’altra registi che lavorano sulle tracce sparigliate di una narrazione che è già accaduta”.
Effettivamente, la formula proposta da Chatrian già lo scorso anno, quella di leggere il cinema del passato per comprenderne presente e futuro, risulta sicuramente efficace. Infatti, nel concorso troviamo registi affermati come Pedro Costa, Paul Vecchiali o Martin Rejtman, a fianco di giovani promesse come Alex Ross Perry (il nostro preferito già dal suo esordio due anni fa con The color Wheel e nome da segnarsi sul taccuino. E non dite poi che non ve l’avevamo detto), Eugene Green o l’italiano Bonifacio Angius.
Questi ultimi due rappresentano anche il nostro paese al festival: Angius, sardo, con Perfidia racconta l’Italia di oggi attraverso una storia di incomunicabilità tra un padre e un figlio. Green con La Sapienza, un coproduzione tra Italia-Francia, prova a guardare al nostro Paese attraverso l’arte e le opere del Bernini. Sempre per ciò che riguarda l’Italia, da segnalare anche La creazione di significato di Simone Rapisarda (racconto sull’esperienza partigiana tra le Alpi Apuane) nella sezione cineasti del presente; Amori e metamorfosi della regista italo-israeliana Yanira Yariv nella sezione Signs of life; e Sul vulcano (vita e trasformazione della realtà attorno al Vesuvio) di Gianfranco Pannone tra i film Fuori Concorso.
L’Italia poi quest’anno avrà l’onore di essere al centro della retrospettiva. “Negli anni precedenti abbiamo dato spazio alla storia del cinema americano – ha affermato il direttore Chatrian – permettendo un rilancio del nuovo cinema statunitense. Speriamo che lo stesso avvenga con la presentazione della storia della casa cinematografica Titanus, la prima che abbia saputo mescolare cinema d’autore e cinema popolare, segnando tanti momenti importanti del cinema italiano”. Il culmine della retrospettiva (che da settembre girerà a Torino, Bologna e Roma) si raggiungerà con la proiezione in Piazza Grande della copia restaurata de Il Gattopardo, uno dei suoi successi internazionali più fulgidi.
Altro riconoscimento importante l’Excellent Award che verrà assegnato a Giancarlo Giannini, ospite al festival. Tra gli altri ospiti della rassegna Jean Pierre Laud, attore feticcio di Truffaut, che arriverà a Locarno,per festeggiare i suoi 70 anni e ricordare il trentennale della morte del grande regista francese; Juliette Binoche, Mia Farrow, Dario Argento, Melanie Griffith, Jonathan Pryce e Jason Schwartzman.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...