ILARIA 1 di 3

lupin2Ilaria si mangia le unghie, ha un tatuaggio che dal collo sfuma nella schiena e porta i capelli corti e ricci. Gli occhi sono grandi e tondi e ricordano quelli di un personaggio di un film della Disney. Veste di verde. Non è facile indossare quel colore. Si dice che chi si veste di verde, ‘troppo di beltà sua si fida’. Ma non credo sia il suo caso, e in più a lei sta bene. Così come le stanno bene degli orecchini pendenti e tondi, come gli occhi da personaggio Disney.
Ilaria ha un sacco di amici su Facebook, eppure alla presentazione del libro a fumetti è venuta da sola, perché anche Aurora, la sua migliore amica, alla fine le ha dato buca. Ha preso la metro, cambiato a Cadorna ed è scesa a Wagner, proprio di fronte alla grande libreria. Due ore prima dell’incontro.

Fa sempre così, dai tempi del liceo quando per la prima volta andò al concerto dei Green Day. Quella volta con Fausto, Aurora e Lisa arrivando addirittura la sera prima. Era estate, passarono la serata davanti lo stadio con dei sacchi a pelo piazzati in cerchio, bevendo birra, Coca Cola e mangiando patatine fino alla nausea. Di dormire non se ne parlò proprio. E il giorno seguente, proprio di fronte al palco a ricevere secchiate d’acqua nelle ore più calde e, durante il concerto, le gocce di sudore di Billie Joe.
I fumetti ha cominciato a leggerli da piccola, rubandoli alla sorella. Manga sopratutto. Le piacevano Lupin III e Ranma. Le piacevano tanto che i pomeriggi si incollava al televisore e da li non si staccava finché non tornava mamma dal lavoro a riportare le regole in casa. Ha provato anche a disegnarli a un certo punto i fumetti, ma non le venivano bene. A scuola inventò un’eroina dai lunghi capelli neri capace di viaggiare nel tempo. SweetJumper l’aveva chiamata. Aveva scarabocchiato un paio di avventure su un grande album da disegno Pigna, ma tutto finì li (1 continua)

Annunci

Un pensiero su “ILARIA 1 di 3

  1. Sarà la storia di Ilaria, di Sweet Jumper o di chi parla? Mi piacciono le short story che partono come questa…con la piccola suspense nel cercare di capire di chi è il pezzo di vita che si racconta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...