La Kate 2 di 5

Caterina Secchi, classe 1973, pur essendo la più giovane del gruppo era quella che riusciva all’epoca ad avere accesso ai fumetti proibiti a noi bambini: Kriminal e Satanik. Suo padre li comperava e li nascondeva in seconda fila dietro l’enciclopedia Conoscere. Quando Caterina scoprì accidentalmente il nascondiglio, ogni volta che ci radunavamo in cortile a giocare ne portava fuori un paio. Poi, tutti e sei ci si infilava sotto l’androne a leggerli. Ognuno esaltandosi a modo proprio, chi per le scollature della ladra, chi per le chine di Magnus. Da li Caterina divenne la Kate.
satanik4
Figlia più di tutti noi del suo tempo, la Kate attraversò gli Ottanta e Novanta provandole davvero tutte: Interrail, Erasmus, vita in una comune utopica femminista, casa-lavoro in un kibbutz. Assaporava avida la vita per poi tornare da noi a raccontarcela. Noi che dal cortile non siamo mai veramente usciti. E al massimo ci troviamo al mio bar a fantasticare attorno a una birra scura.

La Kate era anche al G8 di Genova e lì se la vide veramente brutta. Perché alla Diaz c’era anche lei, solo che quando ci fu l’irruzione della polizia, stava limonando con un tedesco in una stanzetta defilata. Il tedesco la prese per mano e la portò subito fuori da quello che sarebbe diventato l’inferno fascista. Bodo, il tedesco, continuò a tenerla per mano fino a Brema. Bodo, un coglione in realtà, ma agli occhi della Kate divenne un eroe. Lei si innamorò dell’idea di Bodo e ci lasciò soli nei nostri abbozzi di vita.

Ognuno a modo proprio era innamorato della Kate, ecco perché un po’ ci siamo rimasti male quando la Kate se ne andò. Anche se poi quando ci chiamò per inaugurare la casa dove erano andati a vivere insieme, noi corremmo subito. E continuammo a correre anche quando la polizia cominciò a distribuire generosamente bastonate. Sì, perché la casa era stata occupata abusivamente e tutti quanti passammo per squatter. Che Ottavio ancora porta i segni e forse le mattinate nei supermercati dipendono anche da quello.

TORNO PER RESTARE. TORNO CON ANDREA, diceva l’sms

(2 – continua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...