L’amore bugiardo-Gone girl

gone-girl-affleck-

L’AMORE BUGIARDO-GONE GIRL
di David Fincher con Ben Affleck, Rosamund Pike, Neil Patrick Harris, Tyler Perry, Kim Dickens

A me la storia che i registi si dividono tra agricoltori e minatori mi ha sempre affascinato, sopratutto perché classificare ti da quel minimo di sicurezza che ti permette di andare avanti tranquilli. Gli agricoltori sono quei registi capaci di realizzare film cambiando i modi e i toni, i minatori sono quelli che invece continuano a scavare nello stesso genere di film. Entrambi portano avanti le proprie idee, le proprie tematiche, in modi diversi. Fincher lo possiamo tranquillamente inserire nella prima categoria, anche se il genere thriller è quello che gli riesce meglio. E’ più nelle sue corde. Ma nella sua filmografia troviamo un po’ di tutto: fantascienza, video musicali, commedie, drammi. Certo, quando imbocca la strada del thriller, fila via bello spedito.
Ma il regista agricoltore, malgrado il maggese, porta avanti sempre la sua idea del mondo e degli uomini. La realtà per Fincher è una lunga sequenza ininterrotta di bugie, di false rappresentazioni che appaiono ogni volta diverse agli occhi di chi le guarda. Pensate alla gigantesca bugia di The Game, a quella paranoica di Fight Club, ai diversi punti di vista di The Social Network. Fincher gioca con lo spettatore (a volte in modo assolutamente scorretto), porgendogli tante soluzioni diverse e chiedendogli poi di trarre le sue conclusioni.
Un detto cinese sostiene che la verità sta per due terzi dietro gli occhi di ognuno: come dire che ognuno vede le cose che vuole vedere. O come nel caso di L’amore bugiardo, gli vogliono far vedere. Perché i media che si inseriscono in questa gigantesca, straordinaria, appassionante e affascinante messa in scena sono tantissimi. Dalla voce dei protagonisti, alle parole scritte su un diario, alle interpretazioni della televisione fino a quella della macchina da presa del regista. Tante realtà diverse che ti si parano di fronte come un mosaico gigantesco, pronto a cambiare le tessere ad ogni mossa.
Amy e Nick sono belli e colti. Sposati da cinque anni hanno lasciato New York per la provincia, Licenziati dalle rispettive redazioni e dalle loro ambizioni, Amy e Nick provano a ricostruirsi una vita nel Missouri. Ma il giorno del loro quinto anniversario Amy scompare senza lasciare tracce, se non il suo sangue versato e ripulito in cucina, un tavolo rovesciato in salotto e un diario nascosto. Al centro di tutto Nick, coinvolto (suo malgrado?) nella sparizione e incapace di difendersi dalle apparenze. Infatti, i vicini, i media, la polizia e tutti quelli che lo stanno a guardare sono davvero convinti che sia stato lui ad uccidere la moglie e a far sparire il cadavere.
L’amore bugiardo è un gran film, avvincente e spiazzante, che racconta molto della vita, del matrimonio, dei rapporti tra le persone e delle tante verità possibili (e di conseguenza, nessuna verità assoluta). Un gran film che comincia a correre dalle prime inquadrature e non scende di ritmo se non quando cominciano a scorrere i titoli di coda. Un gran film, insomma.

Annunci

Un pensiero su “L’amore bugiardo-Gone girl

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...