Il cane a tre zampe 2 di 4

Traducevo libri dall’inglese, prevalentemente romanzi tratti da film. Finché la casa editrice non mi mise in mano i primi tre, non immaginavo ci fosse un mercato di libri del genere: storie romanzate  di film di successo. Eppure funzionava. Negli Stati Uniti benissimo, da noi meno, ma come, letteratura da viaggio e negli eBook il suo pubblico lo stata conquistando. Avevo appena finito di tradurre Cloud Altlas, la storia, che già sul tavolo I guardiani della Galassia occhieggiava pronto a finire nelle librerie. Era un lavoro di traduzione diverso dal solito, perché insieme all’originale mi arrivava anche una chiavetta con il film da visionare per utilizzare i termini conosciuti dal pubblico italiano. Con Cloud Atlas non era stato facile, perché mi addormentavo continuamente poco dopo l’inizio del film. Era quello l’unico momento in cui riuscivo a chiudere occhio, però. Alma mi aveva appena lasciato e, da solo, in quel letto che lei aveva voluto mi sentivo ospite non gradito. Sul divano e davanti a quel film invece mi rilassavo.

cloud_atlas_lead
Alma mi aveva lasciato perché diceva che non c’ero più con la testa. Che pensavo solo a me stesso, alle mie traduzioni e al cane della casa di fronte. Il nuovo lavoro, vero, mi impegnava la testa e il fatto che trascorressi molte ore in casa non aveva certo reso le cose più semplici. Ma il rapporto tra me e Alma stava arrancando da un po’ di tempo. Lei ebbe solo più coraggio di me e prese la situazione in mano, come sempre. Io passai dalla liberazione alla sofferenza nel giro di una settimana. Alma adesso viveva da un’amica e non la vedevo più da almeno sette mesi. Mi scrisse una volta delle belle parole che ricordavano come il nostro amore fosse stato quantomeno originale, se non unico. Ma si capiva che non le mancavo per niente. Non le mancavano i miei silenzi, di certo non le mie ubbie. Forse la mia cucina – a forza di stare in casa avevo imparato a cucinare benissimo -, o forse neanche quella.    (2-continua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...