Il cane a tre zampe 4 di 4

Sono due giorni che lavoro benissimo. La scrittura fila via liscia e anche il libro mi sembra meno brutto di tanti altri. Questo autore ha provato a metterci del suo e a dare delle interpretazioni alle azioni dei personaggi. Il film era veramente mediocre e tutta questa introspezione non l’avevo mica vista. Il cane è due giorni che non esce e neanche la padrona si affaccia più. E non credo proprio che riusciranno più a farlo. Aiuto mi avevano chiesto e aiuto ho dato loro.
Alma non tornerà più. Me l’ha detto l’altra sera guardandomi in faccia. Prima mi ha chiesto se stavo mangiando perché avevo la faccia scavata, ha detto proprio così, scavata. E poi che no non aveva proprio più voglia di essere triste come me. E stare con me la faceva sentire triste, vuota, sola. Sola come non mai. E quindi no non sarebbe tornata. Ha detto così, ma io lo sapevo che era per il cane. Sì la vista dava fastidio anche a me, l’ho già detto, vero? Ma lei la soffriva proprio. Non sarebbe tornata per non vedere più che a quel cane mancava una gamba. Se solo non ci fosse più. Se solo non ci fosse. Lei tornerebbe. Alma tornerebbe a vivere con me, a vivere come me.

dipinti-mini-dipinto-moderno-luce-dalla-fi-6605911-dscf6010-caed7-df100_big
La donna del cane mi apre la porta come se mi aspettasse. Ha sempre poi stesso sguardo, anche mentre entro in casa. Il cane arriva zampettando più velocemente di quanto mi aspettassi. China il capo e mi annusa la scarpa. Lei mi dice solo di fare piano e dice anche qualcosa sul cane. Ma non capisco, perché mentre si accascia farfuglia questa cosa. Poi tocca al cane, che non fa neanche in tempo a guaire.
Terzo giorno di lavoro pieno. Il libro è quasi finito. La luce è magnifica in questi giorni. Limpida, tagliente, si riesce a scrivere per ore senza che nella stanza si adombri un solo angolo. La testa è leggera, questa sera ho deciso che festeggerò chiamando Alma. Voglio invitarla a bere un bicchiere di vino bianco, quello che piace a lei. E poi quando sarà qui vedrà che il cane non c’è più. E capirà che è ora di tornare a casa. Speriamo lo capisca, perché quel vino l’ho preso per lei. Solo per lei. A me il vino bianco non piace.

FINE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...