Southpaw – L’ultima sfida

Difficile mettere in scena un film sul pugilato dopo Rocky, Toro Scatenato e Million Dollar Baby. Difficile soprattutto realizzare qualcosa di originale partendo dal pugilato come metafora della vita. Perché questo sport, pur rimanendo il più affascinante da vedere al cinema, inevitabilmente ti porta a parlare di fallimento e riscatto, e o sei Scorsese o Eastwood che hanno il genio dalla loro, oppure rischi di fare l’ennesimo film già visto. Un film che fa scattare il pericoloso meccanismo di prevedere ciò che sta per accadere e non sbagliare mai.  Antoine Fuqua è solo un lontano parente povero dei primi due regisi e il film che ha realizzato altro non è che l’ennesimo prodotto in cui il protagonista sembra perduto per sempre, ma alla fine si ritrova con umiltà e sacrificio, riscattandosi agli occhi di chi lo credeva finito.
Billy Hope è il campione imbattuto dei pesi massimi. Ha una moglie bellissima, Maureen, e una figlia che lo adorano, ma in fondo al cuore è sempre quel piccolo orfano rabbioso che deve sempre dimostrare di essere il migliore. Maureen capisce che il marito è in crisi e prova a convincerlo ad abbandonare la boxe, ma prima che Billy possa mettere in atto la sua promessa, un litigio con il rivale Miguel Escobar degenera e un proiettile vagante colpisce Maureen, uccidendola. Billy perderà ogni cosa e dovrà ripartire da zero per riconquistare se stesso, la figlia e il proprio futuro. Una strada irta che lo porterà nuovamente sul ring, questa volta a sfidare Escobar.

southpaw_trailer_eminem

Southpaw, presentato in Piazza Grande a Locarno, è tutto qui, solo che viene dilatato per due ore abbondanti e adornato di adrenaliniche riprese dei match.  Ma malgrado l’aria truce voluta da Fuqua, il film è un consolatorio recipiente di luoghi comuni dove anche gli attori ripetono senza tempo il proprio personaggio: Jake Gyllenhaal fa il tormentato pugile, Rachel Mcadams l’amorevole moglie e Forest Whitaker fa il Forest Whitaker.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...