Locarno Film Festival 2016: il programma

Sono sessantanove e sembrano meno di trenta. Altro che senilità, altro che viale del tramonto, Il Festival di Locarno arriva alla soglia dei settanta mostrando una vitalità pura e gettando lo sguardo oltre: il direttore artistico Carlo Chatrian viene riconfermato almeno fino al 2020 e il presidente Marco Solari, prima ancora di parlare dell’edizione attuale, elenca ciò che accadrà nei prossimi anni. È così Locarno: un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro.

get
L’edizione 69, presentata come vuole tradizione a Milano nel palazzo della delegazione Svizzera, ha un sapore vagamente pop: si è cominciato il 31 luglio con un omaggio a Bud Spencer proiettando in Piazza Grande Lo chiamavano Trinità, per finire, sempre in Piazza il 13 agosto con l’anteprima del bollywoodiano Mohenjo Daro di Ashutosh Gowariker, il regista indiano già protagonista a Locarno negli anni passati con lo spettacolare Lagaan, c’era una volta in India.  Nel mezzo, spazio alla retrospettiva sul cinema popolare della Germania del primo dopoguerra (“un cinema che servì a costruire l’identità di un popolo distrutto e smembrato”, ha ricordato il direttore Chatrian), e perché no anche a qualche film di cassetta – l’ultima avventura di Jason Bourne e La ragazza che sapeva troppo, che aprirà le serate in Piazza a ritmo di zombie – giusto per ricordare che il cinema di qualità si trova in qualsiasi genere e a qualsiasi livello.
Ma in Piazza ci sarà spazio anche per il fresco vincitore della Palma d’Oro a Cannes Ken Loach con I, Daniel Blake (“Abbiamo invitato Loach prima che vincesse il premio perché pensavamo che fosse il film giusto per spiegare quanto fossimo fortunati a vivere in un paese ricco come il nostro”, ha detto ancora il direttore artistico), per il thriller malaysiano Interchange e il western africano Comboio de sal e açucar. Ecco, questo è il modo migliore per spiegare cosa significhi corretto il termine pop per Locarno.
Nella sezione Concorso tre opere prime e diversi film diretti da registi donna: due poi che arrivano direttamente dalla Bulgaria, un paese povero cinematograficamente parlando che questa volta stupirà con Glory, una commedia tragicomica, e il drammatico Godless. Ritornano in Concorso anche due veterani come il portoghese Pedro Rodrigues con O Ornitologo e l’egiziano Nasrallah.
Per l’Italia invece occhio all’accoppiata Tizza Covi e Rainer Frimmel che con Mr. Universo utilizza il circo per raccontare le contraddizioni attuali del nostro paese.

studded-hearts-icon-muse-jane-birkin-70s-5
Altra sezione importante del Festival è quella dei Cineasti del Presente, lo spazio dedicato alle opere prime e seconde più innovative, che apre con una firma importante come quella di Douglas Gordon, fotografo e video artista scozzese, che con I had nowere to go porta in scena il libro omonimo di Jonas Mekas sugli esilii del ventesimo secolo. Occhio anche a due coproduzioni italo-svizzere (Pescatore di corpi e Il nido) che potrebbero riservare più di una sorpresa.
Chiudiamo con gli ospiti: simboli di un cinema pop/chic l’americano Bill Pullman, uno capace di passare da Balle spaziali, Independence Day a Strade Perdute di David Lynch. Ma anche il tedesco Mario Adorf, volto del cinema poliziottesco italiano Degli anni Settanta,  e il regista inglese Roger Corman, padre del cinema a basso budget, suo La piccola bottega degli orrori, film del 1960 girato praticamente in una sola notte.
E per finire in bellezza omaggio a Jane Birkin, volto, voce e anima di un’epoca che di fatto ha cambiato le coscienze di tutti noi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...