Su nel Michigan

 

_57“Per tutto il tempo che Jim rimase via, a caccia di daini, Liz pensò a lui. Era terribile che lui fosse via. Pensandoci Liz non poteva dormire ma in fondo scoprì che pensarci era anche piacevole. Lasciarsi andare era meglio. La notte prima del loro ritorno Liz non dormì affatto, ossia credette di non dormire dato che tutto era confuso tra lo strare sveglia effettivamente e il sogno di stare sveglia. Quando vide il carro arrivare lungo la strada sentì qualcosa dentro mancarle e quasi farle male. Non ne poteva più di non vedere Jim, non poteva più aspettare, le sembrava che tutto sarebbe stato magnifico appena egli fosse arrivato. Il carro si fermò sotto il grande olmo, Liz e la signora Smith uscirono fuori. Gli uomini avevano tutti la barba lunga e c’erano sul carro tre daini con le zampe protese rigide in alto al di sopra delle spallette del carro. La signora Smith baciò D.J., che la sollevò tra le sue braccia. Jim disse: – Ciao Liz – e sorrise. Liz non aveva saputo immaginare cosa sarebbe successo al ritorno di Jim ma era certa che qualcosa sarebbe successo. Invece non era successo niente. Gli uomini erano tornati a casa, e questo era tutto. jim tolse i teli che coprivano i daini e Liz guardò. Uno era un grande maschio. Era rigido e fu difficile sollevarlo dal carro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...