Terry Brooks a Lucca Comics 2016

Mancava da Lucca da sei anni e in tutto questo tempo Terry Brooks non è rimasto senza fare nulla:ho mangiato pasta e bevuto vino“, dice scherzando “ho anche scritto sei libri”. E, nel frattempo la saga di Shannara, quella più importante è diventata una fortunata serie televisiva.

Rilassato, simpatico disponibile con una faccia che potrebbe interpretare perfettamente quella di un hobbit dei suoi libri. Terry Brooks ci racconta del suo mestiere di scrittore.

“Ho in mente di scrivere il futuro di Shannara. Anche se libri sono una cosa e le serie un’altra. Due cose distinte. Vero che c’è un gap tra i libri e la serie, ma questa mancanza è intenzionale. Succede per tutte le trilogie che ho scritto. E se tornassi a riempire ciò che è rimasto vuoto non vivrei abbastanza”.

“Le due serie di libri avranno una conclusione. L’ho in mente e vorrei scriverla prima di morire o almeno lasciare detto come farlo. I libri trattano del ciclo della vita e dalla magia si passa alla scienza. E per ogni libro ho deciso di trovare una conclusione. Ci sono state scene nella prima serie che non esistevano nei libri e che avrebbero dovuto esserci. In generale la serie però non mi è piaciuta tutta. Me l’aspettavo, perché la serie cambia la storia e per forza qualcosa non torna mai. Gli scrittori della serie hanno dovuto riscriverla per la televisione con un altro ritmo ed era giusto che chi scrivesse dovesse essere libero di farlo. Ne sono rimasto fuori apposta. Quando si lavora con una altro tipo di arte devi avere fiducia in chi è impegnato in quel lavoro”.

La partecipazione alla stesura della serie però lo ha visto protagonista come consulente. “Sono stato consultato sulle scelte del cast, ma non sono qualificato a dire se un attore fosse adatto a quel ruolo o no. Ho potuto solo dire se quell’attore avrebbe fisicamente caratterizzato il personaggio. E tutti gli attori scelti, devo dire, erano ottimi. Tra L’altro, molti dei personaggi che sono morti nella serie hanno chiesto se avrebbero potuto tornare in vita in futuro. Per tutti la risposta è stata NO!”scherza. “Quando scrivo libri non mi immagino i personaggi fisicamente, piuttosto come si comportano o parlano. Ora però quando penso ai personaggi della prima serie non posso non pensarli a come realmente sono nella serie”.

Gran parte della vita artistica di Brooks è stata caratterizzata dalla saga di Shannara. “Ho cominciato a scrivere di Shannara quando avevo vent’anni e nel libro ho messo tutto quello che amavo: Tolkien, Dumas, anche Faulkner per come i poveri venivano manovrati dei ricchi e potenti. Poi ho inserito elementi di magia e scienza, del bene e del male e di ciò che è inaspettato, così come del fatto che c’è sempre un prezzo da pagare. Il fantasy per me è un altro modo di vedere il mondo è un modo per riscrivere la nostra vita e quella di questo mondo. Il fantasy deve avvicinarsi al reale per essere compreso. È qualcosa che potrebbe essere reale. Una delle chiavi del fantasy è far sì che ciò che accade ai personaggi ti coinvolga per trasmetterlo al lettore, incorporando elementi reali per dare verosimiglianza”.

Diviso tra passato e futuro distopico, anche il fantasy di Shannara potrebbe essere l’immagine di un mondo di domani. “È una proiezione del mondo se tutto crollasse, la tecnologia prima di tutto. Bisogna essere sempre consapevoli delle energie negative che questo mondo può produrre e di ciò che potrebbe realizzarsi”.

La serie televisiva è entrata prepotentemente nella sua vita, ma senza inglobarlo totalmente. “Non mi vedrete mai nella serie come cameo. Io scrivo libri è sufficiente, mi pare. Ho scritto polemicamente 50 sfumature di Shannara (un saggio scherzoso mai pubblica, ndr) per dimostrare come mostrare sesso in televisione non sempre abbia senso. Non che il sesso sia una cosa cattiva, ma il suo uso smodato non fa avanzare la storia in modo ragionevole. Anche se so bene che dal punto di vista estetico funziona benissimo e soddisfa lo spettatore. Meno lo scrittore…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...