Amori che non sanno stare al mondo

“Con l’amore non si scherza”, dice Claudia in uno dei tanti soliloqui mentre tenta di convincersi che non è finita con Flavio e che prima o poi loro torneranno insieme. Claudia e Flavio, due docenti universitari di lettere, si sono amati per sette anni, tanto, appassionatamente. Hanno chiuso il mondo fuori e si sono lasciati a loro stessi. Poi, come tutte le cose, anche l’amore finisce e bisogna trovare un nuovo inizio. Per Flavio si chiama Giorgia, è giovane e innamorata; per Claudia invece la ripartenza non ha ancora un volto. O se c’è l’ha è confuso, sfocato, come quello di Nina, studentessa dei suoi corsi innamorata di lei.


Tratto dal romanzo omonimo della stessa regista Francesca Comencini, Amori che non sanno stare al mondo è una commedia amarognola che gioca coi sentimenti senza mai scadere nel sentimentalismo. La scrittura brillante, i dialoghi serrati, un cast praticamente perfetto in ogni sua interprete (brava Lucia Mascino nel ruolo di una Claudia confusa e solo apparentemente persa alla fine di un amore) e un bel montaggio acronico fanno del film qualcosa di unico nel panorama del cinema italiano. Vero che Amori è una commedia tutta al femminile, come da qualche tempo siamo abituati a vedere sugli schermi, ma allo stesso tempo è un piacevole azzardo misurato capace di prendere il meglio delle altre cinematografie (quella francese e americana in primo luogo, perché quando si parla d’amore in un contesto borghese non possono non venire in mente i film di Allen o Rohmer) per creare qualcosa di nuovo e fresco. Francesca Comencini si conferma un’ottima regista capace di spaziare attraverso i media (dalla regia di serie come Gomorra a drammi intensi come Lo spazio bianco al cinema), ma soprattutto una straordinaria direttrice d’attori. Non era facile tenere a bada tante personalità diverse come Mascino, Trabacchi, Natoli e Iaia Forte, invece Comencini ha saputo creare un ritratto d’insieme omogeneo e attuale senza che un tono di voce prevalesse sugli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...