Madame Hyde

Gequil insegna fisica in una scuola di periferia, che se le lezioni sono più prove di sopravvivenza in una classe che definire difficile è quantomeno ottimistico. Ma la donna, contro il giudizio del preside e dei colleghi, decide di coinvolgere gli alunni (in particolar modo Malik, un ragazzo disabile che la osteggia più degli altri) con un esperimento pratico. Ma mentre si trova a lavorare in laboratorio, Gequil viene colpita da una scarica elettrica che la tramortisce e la trasforma: da quel momento la donna la notte si troverà a vagare per le strade percorsa da un’energia straordinaria e mortale. 

Serge Bozon, attore e regista qui per la quinta volta, rilegge al femminile il classico di Stevenson, Il dottor Jekyll e il signor Hyde, ambientandolo in una Parigi marginale. La metafora del romanzo gli permette di raccontare la storia di una donna che, circondata dalla diffidenza e incompresa da tutti (anche dal marito che solo apparentemente pare capirla) riesce a far uscire la sua vera personalità e ad affermarsi. Madame Hyde, interpretato da una Isabelle Huppert inevitabilmente brava a rappresentare la freddezza e il calore della protagonista, è una commedia satirica che fatica però a trovare una sua personalità, muovendosi ondivaga tra la critica sociale e la speculazione intellettuale. Bozon è bravo a rappresentare la scuola delle banlieue e a tratteggiare il disagio delle giovani generazioni, ma il tratto troppo accademico che riserva a certi momenti del film lo rendono meno fluido di quanto potrebbe. Finendo così per non trovare un equilibrio nei toni e nelle atmosfere.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...